Le parole scritte esistono perché qualcuno possa leggerle, prima o poi… quando queste parole giungono all’oggi attraverso una finestra aperta sul passato, ci si accorge che gli anni corrono e che noi siamo frutto di quei giorni: amati o disprezzati, rimpianti o maledetti, eppure sempre ad essi legati dal filo sottile del ricordo.

Più che uno spettacolo, una performance ispirata all’omonima raccolta di poesie scritte tra il 1974 ed il 1990: la poesia e la danza diventano un unico mezzo di espressione così profondamente radicato in colui che ne è l’artefice il quale, una volta ancora, mette a nudo i suoi sentimenti al servizio dell’arte e del senso della comunicazione insita nell’arte stessa.

 

una produzione:
Oplas / Centro Regionale della Danza Umbria Ass. Cult
 
per:
"IMPRONTE DI DANZA 2012"

 

con il sostegno di:
MiBAC
Regione Umbria
Provincia di Perugia
   
coreografia
LUCA BRUNI
scene e costumi
MARIO FERRARI
musiche
ANDREA RELLINI
danzatori / performers
LUCA BRUNI, MARIO FERRARI, JAMES SMITH
   
 
 
 

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player